La digitalizzazione per uscire dalla crisi

La digitalizzazione per uscire dalla crisi

Home page, Ultime Novità 4 Comments 46

Digitalizzazione: Digitalizzare le attività aziendali significa riprogettare e gestire in modo integrato e collaborativo i processi interni ed esterni, liberando quella creatività “ingabbiata” in procedure farraginose e caotiche. Quasi 10 miliardi sono le ore perse in un anno in compiti a scarso valore aggiunto

 

Digitalizzare significa trasformare documenti, suoni e altro materiale “offline” in una sequenza di numeri, espressi in formato binario (ovvero un insieme di 0 e 1). Questi numeri possono quindi essere modificati tramite computer, e quindi archiviati direttamente all’interno di un database e/o sul computer.

Le opportunità di miglioramento legate all’adozione delle ICT in maniera consapevole, pervasiva, integrata e strategicamente legata al business possono rappresentare un nuovo paradigma organizzativo, che consente di affrontare con consapevolezza le evoluzioni e i potenziali rischi del futuro e non più un mero differenziale competitivo di breve-medio termine per muoversi in modo più efficiente in un contesto noto.

Si tratta di un cammino necessario per passare da organizzazioni “chiuse” – orientate alla creazione di efficienza prevalentemente nei propri processi – a imprese “aperte” agli ecosistemi in cui operano: in grado di creare vantaggi competitivi nell’integrazione e nella collaborazione, sia con clienti e fornitori sia – in alcuni casi – con i “competitor”.

In questo percorso, la digitalizzazione è un importante atout.

Digitalizzare le attività aziendali significa progettare e gestire in modo integrato e collaborativo i processi interni (per esempio, che coinvolgono più funzioni nella stessa organizzazione) ed esterni (verso clienti o fornitori), idealmente attraverso la condivisione delle logiche di gestione di ciascun processo e delle principali informazioni che lo caratterizzano (in forma elettronica strutturata elaborabile).

Digitalizzazione del Paese e Pubblica Amministrazione (PA)

Una misura del potenziale di miglioramento legato alla “Digitalizzazione” del Paese è rappresentata da un dato “eclatante” stimato dall’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano: sono oltre 600 miliardi i fogli e 45 miliardi i documenti di “business” che potrebbero essere dematerializzati in Italia.

Una decisa accelerazione verso una “Italia digitale” permetterebbe alla pubblica amministrazione italiana di ottenere risparmi pari a circa 20 miliardi di euro/anno e alle imprese di risparmiarne altri 20 miliardi nei loro processi di interazione con la pubblica amministrazione e circa altri 160 miliardi nei processi interni e di relazione verso clienti e fornitori (60 miliardi di euro, per esempio, dalla “sola” adozione estesa dei modelli di Digitalizzazione del ciclo Ordine-Pagamento).

Questi benefici sono essenzialmente legati a un recupero di produttività del personale che – se anche non fosse impiegato per ridurre realmente i costi – potrebbe generare un enorme bacino di “capacità” per migliorare l’efficacia dei processi a parità di risorse operative. La digitalizzazione diventa quindi importante per lo sviluppo, sia in azienda che per l’intero Paese.

In altre parole, si potrebbero liberare la creatività e la capacità di innovazione che, invece, sono oggi imbrigliate nell’esecuzione di attività a scarso/nullo valore aggiunto. Quasi 10 miliardi di ore/anno sono “perse” in compiti a basso valore.

Digitalizzare (e dematerializzare) i processi è possibile

In alcuni casi le imprese guardano ancora con scetticismo alla Digitalizzazione dei processi, sia interni sia esterni.

Tale comportamento è dovuto al timore di fare qualcosa di “non coerente con la normativa” e con i regolamenti aziendali obsoleti o, addirittura, di non poter più ricorrere a prassi operative consolidate ma mai realmente definite, chiudendo spesso le porte alle opportunità offerte dalla dematerializzazione e dalla digitalizzazione.

Tuttavia, il quadro normativo risulta, nel suo insieme, completo e tendente a un livello di armonizzazione crescente, già in grado di consentire la dematerializzazione di moltissime tipologie di documenti, con poche peculiari eccezioni, insignificanti per il business.

Naturalmente, a variare da caso a caso è la complessità dei diversi progetti necessari per realizzare una completa digitalizzazione dei processi.

In definitiva, la normativa consente di dematerializzare i documenti (per poi conservarli in formato digitale, in modalità sostitutiva) e mette ordine dando “certezze” sull’opponibilità a terzi anche in sede giudiziaria: offre, dunque, molteplici opportunità rispetto a quanto è già tecnologicamente possibile fare.

La gran parte degli strumenti informatici abilitanti è, infatti, disponibile da tempo, pienamente affidabile e accessibile.

Si pensi, per esempio, alla firma digitale, alla marca temporale, ai sistemi di gestione massiva dei documenti, agli storage sicuri, alle soluzioni di scansione, ai software di riconoscimento automatico e Data Capturing, ai molteplici canali di comunicazione utilizzabili (EDI, Extranet, PEC e via dicendo), agli standard esistenti per lo scambio di informazioni strutturate, così come alle molteplici soluzioni che rendono tra loro interoperabili standard diversi.

Fonte https://www.digital4.biz/executive/approfondimenti/la-digitalizzazione-per-uscire-dalla-crisi_43672151565.htm

 

 

 

 

Author

4 Comments

  1. Kaylie 6 maggio, 2017 at 13:23

    I just added up my gas bill for the winter heating season, I live in North Carolina.. it is triple the cost.. Al Gore is a political pimp who is working with the Goldman Sacks and JP Morgan crowd to push through cap and trade which will benefit his headge fund and make him millions. Now Al Gore is switching his tune to "Climate cha.;e&quotgn. That is really dumb since weather is changing every day.. Does he think he can really get away with imposing more taxes on the american people?

  2. Karrie Guthary 16 maggio, 2017 at 07:37

    hello there and thank you for your information – I’ve definitely picked up something new from proper here. I did then again expertise a few technical points using this site, since I skilled to reload the site a lot of instances prior to I may just get it to load correctly. I have been puzzling over in case your web host is OK? Not that I am complaining, however sluggish loading circumstances times will often impact your placement in google and could harm your high quality score if ads and ***********|advertising|advertising|advertising and *********** with Adwords. Anyway I’m adding this RSS to my email and can glance out for a lot extra of your respective interesting content. Ensure that you replace this once more soon..

  3. Marilyn Holter 23 maggio, 2017 at 07:17

    Valuable information. Lucky me I found your web site by accident, and I’m shocked why this accident did not happened earlier! I bookmarked it.

  4. borvestinkral 25 maggio, 2017 at 08:33

    I really appreciate this post. I have been looking all over for this! Thank goodness I found it on Bing. You’ve made my day! Thx again

Leave a comment

Copyright 2017

Search

Back to Top